Il racconto comincia

Con un fiore di maggio

“La nostra è una storia di grandi amori e si riflette in un’immagine che non la riassume, ma la raccoglie. È il tre maggio di qualche anno fa, dopo aver sbagliato strada fermiamo l’auto per scattare una foto ad un fiore di maggio.”
Giovannella scatta la foto, Giuseppe osserva in lontananza una proprietà e ad alta voce dice che un giorno gli piacerebbe avere una masseria proprio come quella. Quel giorno nessuno dei due sapeva di essersi fermato ai piedi delle radici di un albero che fioriva poco prima del luogo che sarebbe diventato il loro rifugio.

IL SENSO DEI LUOGHI

Il senso dei luoghi, il sentimento dei luoghi, l’anima dei luoghi si costruiscono nel loro sovrasenso emotivo in relazione ad angoli di mondo inseriti in un tempo dato, in un paesaggio cangiante, in una storia.

“La nostra storia ha incrociato le radici profonde e resistenti di un ciliegio, che ad un terreno si adattano perlustrandone la profondità. Bisogna saper cogliere le opportunità che la vita offre e poi come per ogni pianta, ogni essere vivente, averne cura. E la cura è pazienza.”

“Le nostre sono due vite che non s’incontrano subito

che viaggiano creando legami e si ritrovano grazie alla professione di entrambi, in un bacio.”

Giovannella nasce a Napoli e Giuseppe a Locorotondo ma ci vorrà del tempo perchè le loro vite si incontrino ritrovandosi nelle verdi campagne della Valle d’Itria.
A quel punto sono sogni e necessità che hanno bisogno di farsi spazio e quando Giuseppe si domanda dove ritrovar sè stesso dopo una vita da ingegnare giramondo, la Valle d’Itria è la risposta.

È l’irresistibile richiamo delle radici in un uomo che da piantina vuol diventare albero, e lasciare un’impronta.
Ed è così che quella bianca costruzione che ha colpito Giuseppe il 3 di Maggio diventerà la Masseria Battaglini. Giovannella, a sua volta, si lega progressivamente a questa terra dove si sente accolta, amata e al sicuro e ricambia il sentimento ritrovando il meglio di sè da offrire.

“È UN RAPPORTO MOLTO INTENSO QUELLO CHE VIVO, È LA TRADUZIONE DI UN SOGNO E L’APPLICAZIONE DEL FORTE SENSO DI FAMIGLIA CHE HO.”

Giovannella è infatti suo padre nella vita lavorativa che era, sua madre nella gioia per la cucina, sua nonna nel saper raccontare e le sue figlie nell’accogliere. Con Giuseppe scopre che la cosa che le riesce meglio è prendersi cura dell’altro.

“Occorrono sguardi prolungati, profondi, attenti, amorevoli. Ci piace il poco che c’è, questo scorrere lento.”

Cura è una parola densa di significato, è sollecitudine, premura, attenzione, riguardo, amore. La cura ha un senso vivo anche nella sfera pratica, accoglie in sé tutta l’attenzione necessaria nel rapporto tra l’uomo e le piante, tra l’uomo e gli animali, tra l’uomo e il cibo nel mondo che dividono. La cura è amore che accetta. Cura significa avere attenzione per le persone, per i rapporti, per i legami. Cura è anche saper fare i conti con il dolore.

 

La nostra storia non finisce con noi

L’amore è come una piccola Pianta, va curata ogni giorno

Questa nostra storia di radici e di terra non è stata semplice, un cammino tortuoso, ma abbiamo combattuto per conquistarci quest’angolo di paradiso e renderlo tale per l’ospite.

Il nostro è un luogo che ne racconta altri, siamo costitutivamente il luogo in cui siamo nati e cresciuti, siamo i luoghi che abbiamo abitato; siamo i luoghi sognati e desiderati e siamo anche luoghi da cui siamo fuggiti e che a volte abbiamo odiato, per urgenza d’esistere al di fuori e al di là del perimetro noto.

Condividiamo la nostra storia, la nostra realtà, con l’intento di farvi assaggiare questa nostra felicità.

Masseria Battaglini è un insieme di relazioni, tra noi e chi desidera trovare rifugio e sorriso. È il luogo dove la vita lenta scandisce il ritmo della felicità, donandoci il tempo di coltivarla e poi offrirla.

CUCINARE È COME AMARE.


È attraverso una storia raccontata bene che si può considerare l’insieme: i nostri grandi amori parlano di tutti. Per questo la nostra storia non finisce con noi, l’amore è come una piccola pianta, va curata ogni giorno, l’abbiamo imparato tra noi ed è nella nostra Masseria che l’abbiamo reso concreto.

La nostra storia parla e continua con voi.

PARGLIAMOCI UN PO'

IL NOSTRO BLOG

RICETTE

LE VERE POLPETTE DI PANE

Come da tradizione ( campo riassunto)

Come da tradizione ( campo riassunto)

EVENTI

LA FESTA DI SAN MARTINO

In Masseria (Campo riassunto)

In Masseria (Campo riassunto)

CURIOSITÀ

LE CUMMERSE, IL PASSATO?

Le cummerse tornano di moda. ( campo riassunto )

Le cummerse tornano di moda. ( campo riassunto )